Il mondo genera 2,01 miliardi di tonnellate di rifiuti solidi urbani ogni anno, con almeno 33% che non sono gestiti in modo sicuro per l'ambiente. Secondo il Banca MondialeSi prevede che i rifiuti globali cresceranno fino a 3,40 miliardi di tonnellate entro il 2050, più del doppio della crescita della popolazione nello stesso periodo. Se il sud-est asiatico sta generando la maggior parte dei rifiuti del mondo, l'Europa deve rafforzare il suo impegno per una gestione efficace dei rifiuti e il riciclaggio.

Nel riferire i progressi verso l'economia circolare, la Commissione europea sta alzando il tiro sulla prevenzione dei rifiuti, che rimane una sfida importante per tutti gli Stati membri. Recente "Riesame dell'attuazione ambientale 2019" afferma che c'è stato un certo miglioramento nella gestione dei rifiuti: i tassi di riciclaggio sono aumentati da 43% a 46% dal 2014 al 2017, e i rifiuti solidi urbani (MSW) destinati alla discarica sono diminuiti di 20% tra il 2013 e il 2017. Nove paesi dell'UE sono sulla buona strada e cinque hanno già raggiunto l'obiettivo di riciclaggio dei rifiuti urbani per il 2020, ma quattordici rischiano di non raggiungerlo.

In questo rapporto, la Commissione esorta i paesi a "incentivare le misure di efficienza delle risorse, migliorare le loro prestazioni di eco-innovazione, aumentare la consapevolezza e promuovere l'adozione di strumenti volontari", compreso l'uso di tecnologie intelligenti per gestire meglio i rifiuti.

Smart Waste Le migliori pratiche e i progetti pilota vengono attuati in molte città del mondo. A San Leandro, in California, studenti di college e università sono stati iscritti allo sviluppo di soluzioni altamente innovative: sfruttare PE Smart Urban Network - la piattaforma intelligente che già abilita i lampioni intelligenti e altri servizi - un gruppo di Harvey Mudd College Gli studenti hanno lavorato su un progetto Smart Waste, occupandosi di tutti i componenti hardware e software.