La criminalità informatica rimane una priorità per governi, organizzazioni pubbliche e aziende private in tutto il mondo. Secondo un recente rapporto di Cybersecurity Ventures, nel 2023 il costo annuale globale degli attacchi informatici dovrebbe superare gli 8 trilioni di dollari, e i danni complessivi potrebbero raggiungere 10,5 trilioni l'anno entro il 2025. Ma l'impatto della criminalità informatica si estende ben oltre i costi economici.

La criminalità informatica può interrompere i servizi essenziali come ospedali, oleodotti, sistemi di trasporto, dipartimenti governativi. Può mettere a rischio la fiducia e la reputazione dei fornitori di servizi pubblici e privati, aumentare le tensioni geopolitiche e minare i principi democratici. Intervistato dal Financial Times, Mario Greco, CEO di Zurich Insurance, ha dichiarato che la minaccia "non riguarda solo i dati . . si tratta di civiltà. Queste persone possono sconvolgere gravemente le nostre vite". L'entità potenziale è così grave che da fargli prevedere che i rischi informatici diventeranno presto non assicurabili.

Mentre il World Economic Forum chiede regole globali e un approccio più ampio per promuovere la resilienza informatica, l'incidenza e i costi degli attacchi sono destinati ad aumentare drasticamente nel 2023 per motivi diversi.

Come scrive Security Intelligence di IBM,oggi è più facile che mai accedere a ransomware e strumenti dannosi. Ciò significa che i criminali possono sferrare attacchi anche con competenze tecniche modeste, danneggiando aziende, governi e organizzazioni in quasi tutti i settori e colpendo anche i singoli individui.

La superficie di attacco si sta espandendo rapidamente. Nel 2023 ci saranno più di 15 miliardi di dispositivi IoT in tutto il mondo e decine di milioni di dipendenti di organizzazioni pubbliche e private che lavorano da remoto. Gli intrusi potrebbero prendere il controllo di una rete cittadina violando un singolo dispositivo IoT connesso come una telecamera IP di videosorveglianza, o raggiungere le risorse aziendali da un dispositivo dell'ufficio di casa.

L'aumento dei conflitti geopolitici sta aggiungendo problemi perché moltiplica gli attacchi sponsorizzati da Stati e guidati dalla politica. Assistiamo anche all'ascesa di hacktivisti ambientali e sociali, che lanciano campagne anti-establishment per promuovere cause diverse in tutto il mondo. E gli obiettivi di alto profilo, come le infrastrutture o le grandi aziende, non saranno necessariamente la loro prima scelta, poiché i piccoli uffici governativi, i dipartimenti delle città di medie dimensioni o le aziende di servizi pubblici locali potrebbero essere più vulnerabili, diventando così il punto di partenza perfetto per attacchi eclatanti.

 

Siete pronti per un 2023 cyber-turbolento? Mettetevi in contatto con i nostri esperti di cybersicurezza per scoprire come migliorare la vostra preparazione!